Archive

luglio 2019

Browsing

Graduatoria provvisoria Servizio Civile Universale 2019

Pubblicazione della Graduatoria per l’ammissione dei candidati per il Bando di Servizio Civile Universale 2019

Ente: Centro Donna Giustizia

Progetto “Accoglienze 2019 – Le mappe dell’autonomia”

Nelle graduatorie sono indicati, in ordine decrescente di punteggio, i candidati idonei selezionati, idonei non selezionati, non idonei, esclusi per assenza al colloquio o inammissibilità della domanda.

Le graduatorie sono in attesa di verifica da parte del Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio civile universale.

  • Sei idoneo selezionato? Complimenti, sei stato ammesso allo svolgimento del Servizio civile! La data di avvio prevista è il 20 febbraio. Per le modalità di avvio in servizio, sarai contattato a tempo debito da un nostro operatore.
  • Sei idoneo non selezionato? Se, in seguito a rinuncia o interruzione dei candidati selezionati, si renderanno disponibili dei posti nel progetto per il quale ti sei candidato o in altri progetti di Agire Sociale, sarai contattato secondo l’ordine della graduatoria per un subentro.
  • Sei non idoneo? La commissione ha ritento che il progetto per il quale ti sei candidato non era adatto a te. Attraverso il nostro sito potrai mantenerti informato sui prossimi Bandi e riproporre la tua candidatura al Servizio civile.

Graduatoria Bando SCU Accoglienze 2019

 

 

 

TransR – Trans Sex Workers Rights are Human Rights

Il progetto TransR-Trans Sex Workers Rights Are Human Right cerca di contribuire al pieno esercizio,
riconoscimento e protezione dei diritti fondamentali delle trans sex workers (Trans Sex Workers [Lavoratrici del
Sesso] – TSW).
Secondo i dati, le comunità trans continuano a lottare per ottenere uguali diritti e spesso sperimentano un
ambiente poco tollerante nei loro confronti, con alti livelli di violenza e discriminazione, in particolare nei contesti
europei. All’interno di queste comunità, il gruppo delle prostitute trans è particolarmente esposto ai problemi
sociali e di salute pubblica.
Il progetto TransR suggerisce azioni focalizzate sulle TSW ma anche sulle circostanze e gli attori chiave che
impediscono alle TSW di migliorare la propria salute fisica e psicologica. Quindi, questo progetto mira a:
• Incrementare gli interventi informati ed efficaci per le TSW;
• Favorire un ambiente più tollerante e rispettoso per le persone trans in generale e per le TSW in particolare;
• Migliorare l’accesso per le TSW all’assistenza sanitaria, legale e sociale;
• Incoraggiare l’empowerment e la partecipazione delle TSW;
• Migliorare le competenze tra professionisti e operatori che svolgono un ruolo cruciale nelle vite delle TSW;

TransR è finanziato dall’Unione Europea da Dicembre 2017, secondo il programma Diritti, uguaglianza e
cittadinanza e sarà supportata per un periodo di 24 mesi. Il consorzio del progetto comprende cinque
organizzazioni di diversi paesi europei: APDES (Portogallo); Colectivo Hetaira (Spagna); Lefö (Austria); MIT (Italia) e
Θετική Φωνή (Positive Voice)(Grecia).

Frutto di questa collaborazione è il kit “Conosci i tuoi diritti” destinato alle sex workers e a tutti gli interessati. E’ disponibile online in Italiano, Inglese, Spagnolo, Greco e Portoghese.

TransR Educational Material

Per seguire le attività del progetto su Facebook

TransR – Trans Sex Workers Rights are Human Rights

MIT – Movimento Identità Trans