Category

iniziativa

Category

# Stop Pillon – Giornata di mobilitazione nazionale

Sabato 10 Novembre – 15.30

Piazza Savonarola

NO alla mediazione obbligatoria e a pagamento
NO all’imposizione di tempi paritari e alla doppia domiciliazione/residenza dei minori
NO al mantenimento diretto
NO al piano genitoriale
NO all’introduzione del concetto di alienazione parentale

Sono questi 5 NO che verranno ribaditi a Ferrara in una mobilitazione che coinvolge il movimento delle donne, l’associazionismo democratico, tante realtà della società civile, uomini e donne che da subito si sono espressi contro il Disegno di legge Pillon su separazione e affido, sottoscrivendo la petizione lanciata da D.i.Re Donne in rete contro la violenza su Change.org per chiederne il ritiro e che ha raggiunto oltre 97.000 firme.

Di fatto si vieta il divorzio a chi è meno ricco perché le separazioni saranno fortemente disincentivate dagli alti costi imposti dalla mediazione obbligatoria e a pagamento.

I figli e le figlie diventeranno ostaggi di un costante negoziato sotto tutela per far funzionare il mantenimento diretto a piè di lista e il piano genitoriale con doppio domicilio.

Le donne, la parte in genere economicamente più debole delle coppie perché su di esse grava il lavoro di cura e perché hanno mediamente stipendi più bassi anche a parità di lavoro, rischiano di restare stritolate in un percorso pensato soprattutto per imporre e arricchire una nuova figura professionale, quella del mediatore familiare, anche disconoscendo la pervasiva violenza maschile che è causa di tante separazioni.

La mobilitazione ferrarese vede com promotrici UDI Unione donne in Italia, CGIL, Centro Donna Giustizia, Arcigay e Arcilesbica ma vedrà in piazza molte altre realtà, e si svolgerà con un presidi e interventi pubblici in moltissime città.

Il disegno di legge Pillon deve essere ritirato.

# STOP DDL PILLON 2N

Un calcio alla violenza sulle donne e sui bambini

Aperitivo e musica
Giovedì 11 ottobre 2018 – dalle ore 20.00
presso
“il CLANDESTINO birra, cibo e vino…”
Via Ragno, 50 – Ferrara
Il CENTRO DONNA GIUSTIZIA APS e la COPERATIVA SOCIALE AIRONE
da anni sono impegnate a contrastare la violenza su donne e bambini e costruire percorsi che permettano a persone che hanno attraversato situazioni di grande disagio di ricostruirsi. Inoltre lavoriamo per sensibilizzare la cittadinanza ai temi del contrasto alla violenza e alle discriminazioni.
Tramite la campagna delle 1000 MAGLIETTE, grazie alla SPAL che ha appoggiato l’iniziativa concedendo la stampa del logo, si invita la cittadinanza a partecipare per sostenere i nostri progetti di contrasto alla violenza domestica e sociale, di tutela dei bambini, di sostegno alla genitorialità e sviluppo dell’autonomia

 

“Prostituzione e tratta umana: l’informazione giornalistica tra ideologie politiche e pregiudizi” – Sabato 6 Ottobre 2018

Il Centro Donna Giustizia invita a partecipare al seminario

“Prostituzione e tratta umana: l’informazione giornalistica tra ideologie politiche e pregiudizi di genere”

organizzato dal Progetto Luna Blu – Centro Donna Giustizia con la collaborazione del Comune di Ferrara, dell’Ordine dei Giornalisti e della Fondazione dei Giornalisti dell’Emilia-Romagna.
La giornata è inserita nel programma collaterale del Festival Internazionale di Ferrara.
L’iniziativa è valida come formazione continua e obbligatoria per i giornalisti.
Nel link sottostante è possibile trovare il programma e altre informazioni
Per info: uds@donnagiustizia.it

Legge 194, 40 anni per difenderla

Nella ricorrenza dei 40 anni dalla legge 194, l’UDI di Ferrara, ARCILesbica, Centro Donna Giustizia e Donne CGIL, hanno accolto la decisione di una mobilitazione sul territorio (22 maggio) sulle seguenti parole d’ordine:

“Legge 194, quarant’anni per diffenderla. L’autodeterminazione passa da qui, oggi come ieri”

 La 194 NON SI TOCCA

perché è da respingere ogni tentativo di limitare l’autodeterminazione della donna, di confondere la prevenzione dell’aborto con la dissuasione della donna che chiede l’interruzione,  di inserire nelle varie linee guida regionali, tutta una serie di pratiche volte  a colpevolizzare la donna.

 PIENA APPLICAZIONE 

perché va controllata l’obiezione di coscienza che non la permette;

perché la legge non prevede obiezioni di struttura e invece tante strutture sono inadempienti; perché in linea con l’obbligo della migliore prestazione possibile,  si somministri la RU486 fino alla nona settimana e nelle strutture consultoriali,  però tolte dal degrado e dall’abbandono e dal depauperamento in cui sono lasciate ora;

perché contraccezione gratuita  e cultura alla responsabilità e seri sostegni alla maternità siano la vera prevenzione  dell’aborto prevista dalla legge.

 Fuori da consultori e strutture convenzionate  organizzazioni e gruppi prolife.

17 Maggio – I have a rainbow dream

Il 17 Maggio ricorre la
Giornata Internazionale contro la lesbofobia, l’omofobia, la bifobia e la transfobia.
Anche quest’anno la Giornata sarà celebrata nella via arcobaleno della Città di Ferrara, via Ripagrande, sede delle associazioni LGBTi+..
Una festa di strada che sarà un momento di confronto politico, ma soprattutto di svago e vedrà la collaborazione di molte associazioni e istituzioni locali, impegnate su un unico fronte, per sconfiggere una cultura omotransfobica.
Programma
• ORE 17 APERTURA RIPAGRANDE IN FESTA:
GIOCHI EDUCATIVI PER L’INFANZIA (6-12 ANNI) A CURA DELLO SPAZIO STUDIO h18;
STAND ASSOCIATIVI, ENOGASTRONOMICI E DI ARTIGIANATO ARTISTICO; CALCIO BALILLA
• ORE 17:30 APERTURA GAZEBO:
SOMMINISTRAZIONE DEGLI AUTOTEST HIV; CON LA COLLABORAZIONE DELLO STAFF MEDICO E
INFERMIERISTICO DEL REPARTO DI MALATTIE INFETTIVE DELL’AZIENDA OSPEDALIERA DI FERRARA E
DEL TAVOLO ISTITUZIONALE DI LOTTA ALL’HIV “SIAMO TUTTI HIV-COINVOLTI”
• ORE 18 SALUTO DELLE ISTITUZIONI:

INAUGURAZIONE MOSTRA “FAMIGLIE” A CURA DELLA RETE READY ( RETE DEI COMUNI ITALIANI UNITI PER LA LOTTA ALLE DISCRIMINAZIONI OMOTRANSFOBICHE)

• ORE 18:30 TAVOLA ROTONDA:
“LA LEGGE REGIONALE CONTRO L’OMOTRANSNEGATIVITA’: 
OBIETTIVI E PROSPETTIVE”.
INTERVENGONO ROBERTA MORI PRESIDENTE COMMISSIONE PARI OPPORTUNITA’ REGIONE EMILIA-ROMAGNA E
MASSIMO MAISTO VICESINDACO E ASSESSORE ALLE PARI OPPORTUNITA’ DEL COMUNE DI FERRARA
• DALLE 19:30:
STREET PARTY, DRINK & FOOD E DJ SET CON NIPOTE DI MUBARAK, DJ CAT E
SPECIAL GUEST MATTHEW WONDERBRATZ DJ
LA MANIFESTAZIONE E’ PROMOSSA DA:
ARCIGAY FERRARA
ARCILESBICA FERRARA
FAMIGLIE ARCOBALENO
AGEDO
 
CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI FERRARA E LA PARTECIPAZIONE DELL’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI FERRARA, DELL’AZIENDA AUSL E DELL’AZIENDA OSPEDALIERA DI FERRARA
CON LA COLLABORAZIONE DI:
ANT, ARCI, ARCI BOLOGNESI, CENTRO DONNA GIUSTIZIA, CGIL, GATA, GRUPPO GIOVANI LGBTI, 
GRUPPO TRANSFER, JAM DR’INK, SISM, SPAZIO STUDIO H18,
TAVOLO ISTITUZIONALE DI LOTTA ALL’HIV “SIAMO TUTTI HIV-COINVOLTI”
 
ADERISCONO ALL’INIZIATIVA 
ASSOCIAZIONE UOMINI MALTRATTANTI
LE ADESIONI SONO APERTE A TUTTE LE ASSOCIAZIONI CHE MANIFESTANO LA VOLONTA’ DI DARE IL PROPRIO APPOGGIO ALLA GIORNATA
SI RINGRAZIONI GLI ESERCENTI E LE ASSOCIAZIONI DI VIA RIPAGRANDE:
AMA,UNICEF E ADO, PANIFICIO CAPPELLI, PIZZERIA CAPPELLAIO MATTO,
AGENZIA VIAGGI DREAMTIME BY CARMEN
Giornata Internazionale contro la lesbofobia, l’omofobia, la bifobia e la transfobia

8 Marzo a Ferrara

In occasione della  Giornata Internazionale della Donna 

l’8 Marzo 2018 il Centro Donna Giustizia

dalle 9.00 vi aspetta in Piazza Trento Trieste

Lotto Marzo, in collaborazione con UDI, ArciLesbica, CGIL Spi e CGIL, con banchetti informativi, materiali e l’immancabile mimosa. Sono previsti flash mob con perfomance musicali e letture. Saranno presenti studenti e studentesse dell’Istituto “Dosso Dossi” di Ferrara con live painting per illustrare i temi dell’8 marzo.

MAI STATE ZITTE MAI STARE ZITTE!

Per maggiori informazioni

Alle 16.00  presso l’Imbarcadero 2 del Castello Estense

50 primavere di donna, Feshion Eventi propone una chiacchierata con operatrici sanitarie tra una sessualità consapevole e la tutela della salute sessuale. We are women, we can do it a cura di Eleonora Telloli, ostetrica e coordinatrice del progetto Luna Blu del Centro Donna Giustizia

Per maggiori informazioni

Alle 21.00 presso il Circolo Arci Bolognesi

Mi spoglio perché voglio 3.0 – Together is better burlesque night da un’idea di Flab Whiskers Crew per e con il Centro Donna Giustizia.  Uno spettacolo di burlesque. Un evento con -e per- la donna a tutto tondo.
Un momento per sorridere ma anche per ricevere informazioni utili ai banchetti informativi.

Per maggiori informazioni

“Non solo per l’8 Marzo” per le intere giornate dell’8 e 9 Marzo il negozio Storie di Tè e Caffè devolverà parte dell’incasso al Centro Donna Giustizia. All’interno del negozio potrete trovare volantini informativi sulle attività del Centro.

Per maggiori informazioni 

SCARICA QUI IL PROGRAMMA COMPLETO

 

LOGORAMENTI

In occasione della Giornata contro la violenza sui/sulle sex workers
(17 Dicembre)
 
il Centro Donna Giustizia di Ferrara organizza
 

“Logoramenti”

 
in collaborazione con Transfer, Circomassimo, Mit Bologna, Udi Ferrara e Centro Documentazione Donna e con il patrocinio del Comune di Ferrara
 
c/o Casa delle Donne (Via Terranuova 12/b)
 dalle 17.00

“@gender”

performance autobiografica di e con Eva Croce – TransFer

“AntoloGaia. Vivere sognando e non sognare di vivere: i miei anni Settanta”

Presentazione del libro di Porpora Marcasciano, Movimento Identità Trans – Bologna.
Con la partecipazione di Giulia Sudano, Associazione femminista Orlando.
Interverranno Paolo Lunghi – Transfer e Paola Castagnotto – Centro Donna Giustizia
 
dalle 19.00
Aperitivo offerto dal Centro Donna Giustizia in collaborazione con “381 storie da gustare”– Cooperativa Il Germoglio
 
 
Si è scelto di creare uno spazio di confronto e sensibilizzazione sulla realtà di un fenomeno, la transfobia che, sia in strada che nel quotidiano, su tutto il territorio nazionale sta subendo una forte crescita e trova rinnovato vigore nel clima di intolleranza collettiva. Si tratterà di temi correlati a transessualismo, transfobia e dibattito interno alle correnti femministe grazie alla partecipazione di esperti, attivisti e associazioni che da anni operano nell’ambito della tutela dei diritti civili.
Un percorso attraverso una storia personale e collettiva per cercare di far luce su questioni attuali, sui dibattiti interni all’attivismo di matrice femminista e trans.
 
L’evento è aperto a tutta la cittadinanza.