Category

relazioni e dati

Category

TransR – Trans Sex Workers Rights are Human Rights

Il progetto TransR-Trans Sex Workers Rights Are Human Right cerca di contribuire al pieno esercizio,
riconoscimento e protezione dei diritti fondamentali delle trans sex workers (Trans Sex Workers [Lavoratrici del
Sesso] – TSW).
Secondo i dati, le comunità trans continuano a lottare per ottenere uguali diritti e spesso sperimentano un
ambiente poco tollerante nei loro confronti, con alti livelli di violenza e discriminazione, in particolare nei contesti
europei. All’interno di queste comunità, il gruppo delle prostitute trans è particolarmente esposto ai problemi
sociali e di salute pubblica.
Il progetto TransR suggerisce azioni focalizzate sulle TSW ma anche sulle circostanze e gli attori chiave che
impediscono alle TSW di migliorare la propria salute fisica e psicologica. Quindi, questo progetto mira a:
• Incrementare gli interventi informati ed efficaci per le TSW;
• Favorire un ambiente più tollerante e rispettoso per le persone trans in generale e per le TSW in particolare;
• Migliorare l’accesso per le TSW all’assistenza sanitaria, legale e sociale;
• Incoraggiare l’empowerment e la partecipazione delle TSW;
• Migliorare le competenze tra professionisti e operatori che svolgono un ruolo cruciale nelle vite delle TSW;

TransR è finanziato dall’Unione Europea da Dicembre 2017, secondo il programma Diritti, uguaglianza e
cittadinanza e sarà supportata per un periodo di 24 mesi. Il consorzio del progetto comprende cinque
organizzazioni di diversi paesi europei: APDES (Portogallo); Colectivo Hetaira (Spagna); Lefö (Austria); MIT (Italia) e
Θετική Φωνή (Positive Voice)(Grecia).

Frutto di questa collaborazione è il kit “Conosci i tuoi diritti” destinato alle sex workers e a tutti gli interessati. E’ disponibile online in Italiano, Inglese, Spagnolo, Greco e Portoghese.

TransR Educational Material

Per seguire le attività del progetto su Facebook

TransR – Trans Sex Workers Rights are Human Rights

MIT – Movimento Identità Trans

Pubblicazione contributi pubblici Centro Donna Giustizia 2017

La legge annuale per il mercato e la concorrenza (Legge n. 124 del 4 agosto 2017) (http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2017/08/14/17G00140/sg) all’art.1 dal comma 125 al 127 stabilisce che  entro il 28 febbraio di ogni anno (a partire dal 28 febbraio 2018) le associazioni le Onlus e le fondazioni che intrattengono rapporti economici con le pubbliche amministrazioni dovranno pubblicare le informazioni relative a sovvenzioni‚ contributi‚ incarichi retribuiti e comunque a vantaggi economici di qualunque genere di importo pari o superiore a 10.000 euro‚ ricevuti dalle medesime pubbliche amministrazioni nel corso dell’anno precedente. 

Il Centro Donna Giustizia nell’anno 2017 ha ricevuto contributi pubblici dalle pubbliche amministrazioni  per un totale di

E’ possibile visionare i contributi pubblici ricevuti  nell’annualità cliccando sul link sottostante

Contributi Pubblici 2017

Valutazione del fenomeno della violenza di genere nella provincia di Ferrara. Alcuni dati a confronto

Il progetto Uscire dalla Violenza del Centro Donna Giustizia da anni opera sul territorio nell’ambito del contrasto alla violenza di Genere con azioni di prevenzione e informazione. L’esperienza pluriennale e la competenza delle operatrici lo rendono un osservatorio privilegiato del fenomeno. Nel link sottostante è possibile scaricare un’analisi recente dei dati aggiornati al 2016 di “Valutazione del fenomeno della violenza di genere nella provincia di Ferrara”

Scarica il PDF con alcuni dati a confronto